Il vaccino anti-Covid19 di Moderna copiato in Sudafrica

Poco dopo il lancio dei primi vaccini anti Covid19, all’inizio del 2021, India e Sudafrica avevano chiesto ufficialmente all’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) di concedere una moratoria sui brevetti per permettere la produzione di quei vaccini anche in alcuni paesi a reddito medio-basso e aumentarne così la disponibilità, a prezzi abbordabili, nei paesi che non si possono permettere di pagare gli attuali prezzi di mercato.

Continua la lettura di Il vaccino anti-Covid19 di Moderna copiato in Sudafrica

Per quanto tempo i vaccini antiCovid-19 prevengono l’infezione:tanto, poco, o…?

La legge italiana 76/2021 aveva previsto l’obbligo vaccinale con i vaccini antiCovid autorizzati “in considerazione della situazione di emergenza epidemiologica da SARS-CoV-2, … per gli esercenti le professioni sanitarie … obbligati a sottoporsi a vaccinazione gratuita per la prevenzione dell’infezioneda SARS-CoV-2”.

Continua la lettura di Per quanto tempo i vaccini antiCovid-19 prevengono l’infezione:tanto, poco, o…?

Salute costituzionale: raccolta di saggi su salute e servizio sanitario italiano

Il malato è il servizio sanitario pubblico italiano e la diagnosi è impietosa: anni di disinvestimento e assenza di pianificazione, sostituita da gestione ragionieristica di cui la pandemia ha messo a nudo i limiti, in un contesto esposto a corruzione e conflitti di interessi (CdI).

Continua la lettura di Salute costituzionale: raccolta di saggi su salute e servizio sanitario italiano

Ripensare i conflitti di interessi nella relazione medico-paziente

Prendendo lo spunto da un episodio, una causa legale in corso negli USA, gli autori di un punto di vista recentemente pubblicato sul NEJM discutono del presente e del futuro delle dichiarazioni di CdI per trasferimenti finanziari, di qualsiasi tipo, tra industria della salute e medici.[1] La causa legale riguarda l’accusa a una ditta di dispositivi medici di aver pagato a quasi tre dozzine di chirurghi della colonna vertebrale un totale di più di 8 milioni di dollari in finte consulenze.

Continua la lettura di Ripensare i conflitti di interessi nella relazione medico-paziente

Industria e associazioni professionali infermieristiche

Mentre il rapporto tra medici e industria farmaceutica è stato oggetto di numerosi studi, meno esplorato è il rapporto tra infermieri e industria. Uno studio pubblicato a febbraio 2022 ha analizzato la sponsorizzazione delle associazioni professionali infermieristiche e delle loro conferenze scientifiche.[1] I dati sono stati estratti nel 2019 dai siti web di 156 associazioni infermieristiche nazionali e internazionali. Il 46% (72/156) delle associazioni ha dichiarato di aver ricevuto sponsorizzazioni per sostenere le proprie attività o il congresso annuale.

Continua la lettura di Industria e associazioni professionali infermieristiche

La lobby dell’industria contro la sugar tax in Brasile

In questa lettera abbiamo spesso scritto di sugar tax, una tassa sulle bevande zuccherate che può essere quantificata in vari modi. L’obiettivo è da un lato premere sull’industria perché riduca il tenore di zucchero nelle bevande, dall’altro fare in modo che i consumatori ne acquistino e ne bevano meno. Obiettivo finale è contribuire a ridurre l’obesità, soprattutto in bambini e adolescenti.

Continua la lettura di La lobby dell’industria contro la sugar tax in Brasile

Johnson & Johnson paga 590 milioni di dollari ai nativi americani

Abbiamo scritto spesso, in recenti edizioni di questa Lettera, della crisi degli oppioidi negli Stati Uniti (e non solo), delle sue conseguenze (decine di migliaia di morti), delle responsabilità dei medici (consci o inconsci alleati dei produttori), e di quelle di Big Pharma, che ha promosso l’abuso di questi farmaci nascondendo il fatto che creano dipendenza. Ora siamo al redde rationem, nel senso che individui, gruppi e istituzioni stanno denunciando le ditte per i danni causati, chiedendo rimborsi milionari.

Continua la lettura di Johnson & Johnson paga 590 milioni di dollari ai nativi americani

Efficacia della terza dose di vaccino Pfizer anti Covid19 in Israele

Gli israeliani sono stati i primi ad applicare la terza dose di vaccino anti Covid19, in maggioranza vaccino Pfizer, e sono i primi anche a valutarne l’efficacia. Un primo studio di coorte riguarda quasi 4,7 milioni di individui maggiori di 16 anni che avevano ricevuto la seconda dose almeno 5 mesi prima.[1]

Continua la lettura di Efficacia della terza dose di vaccino Pfizer anti Covid19 in Israele

Efficacia negativa di vaccinazioni antiSars-CoV-2 con Omicron, dopo pochi mesi

Gli israeliani, dicevamo, hanno per primi attuato campagne di massa con la 3a dose di vaccino (Pfizer) anti Covid19, e sono i primi a dichiararne un’alta efficacia, ma con studi afflitti dai problemi interpretativi già descritti sopra, che qui si richiamano:

Continua la lettura di Efficacia negativa di vaccinazioni antiSars-CoV-2 con Omicron, dopo pochi mesi

1984: i buoni propositi del New England Journal of Medicine

Il 1984 non è solo l’anno in cui George Orwell ambienta il suo più famoso romanzo, ma anche la data in cui il NEJM pubblica un editoriale dove si parla di conflitto di interessi (CdI). Sembra sia la prima volta in assoluto che questo temine è stato usato in una rivista biomedica. Ecco alcuni passaggi significativi.[1]

Continua la lettura di 1984: i buoni propositi del New England Journal of Medicine

L’Unione Europea e gli Stati membri devono impegnarsi per una maggiore trasparenza a beneficio dei pazienti

La necessità della trasparenza è raccontata in due animazioni prodotte da Health Action International, un’organizzazione internazionale che ha tra i suoi obbiettivi l’educazione dei cittadini a una maggiore comprensione delle questioni fondamentali che riguardano le politiche sui farmaci. Le animazioni sono brevi e semplici, e possono sembrare idonee alla divulgazione in una scuola media. Forse sono questi gli occhi necessari per mostrare la nudità del re, dato che il sistema che Health Action International si sforza di raccontare è quello in vigore in Europa nel 2022.

Continua la lettura di L’Unione Europea e gli Stati membri devono impegnarsi per una maggiore trasparenza a beneficio dei pazienti